IL CASTELLO DI ANDRAZ

Visitare il Castello di Andraz poco oltre il Passo Falzarego in direzione Alleghe, significa immergersi nella storia particolare dell’area ladina dell’Alto Agordino.

Il Castello di Andraz sorge su un grande masso erratico trasportato a valle durante l’ultima glaciazione.
Domina la vallata ed è un luogo strategico per il controllo delle vie di comunicazione dell’area.

I primi cenni storici sono successivi all’anno 1000. Rimase sino al XV secolo proprietà di vassalli alle dipendenze dei “Vescovi-Conti” di Bressanone. Dal 1416 fu sede di piccole guarnigioni militari poste sotto il comando di un capitano designato dal Vescovo.

Ospite illustre nel Castello di Andraz fu Nicolò Cusano che soggiornò al Castello, in qualità di Vescovo di Bressanone tra il 1457 e il 1460.

Domina la vallata ed è un luogo strategico per il controllo delle vie di comunicazione dell’area.

Il Castello permetteva sopratutto di garantire gli interessi economici vescovili nei confronti della Repubblica di Venezia. A sua volta interessato allo sfruttamento dei boschi e delle miniere del vicino giacimento del Fursil, nell’attuale territorio di Colle Santa Lucia.

Il venire meno di questi interessi economici, la chiusura del giacimento minerario del Fursil.

Ad oggi è possibile vivitare il Castello di Andraz reso accessibile mediante un restaruro conservativo operato dalla Sporintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici del Veneto Orientale.
Negli anni compresi tra il 1986 e il 2001.
Il recupero di alcune stanze, parziale riscostruzione delle murature, descrizione degli ambienti. Visita alla segreta del Cardinal Cusano con il suggestivo foro gnomonico, sono alcune della ambientazioni che il visitatore.

Accompagnato dalla guida, potrete apprezzare nel sito dell’Andraz Museum.

L’accesso al Castello di Andraz avviena su viabilità comunale non accessibile a mezzi di grande dimensione.
IL percorso da fare a piedi lungo una comoda strada asfaltata e sterrata è di 20 minuti.

Subscribe to our newsletter!