Condizioni di vendita

FONTI LEGISLATIVE
La vendita di pacchetti turistici che abbiano ad oggetto servizi da fornire sia in territorio nazionale sia in territorio internazionale è disciplinata:

  • dagli articoli da 32 a 51 novies del D.Lgs. 23 maggio 2011, n. 79 (“Codice del Turismo”);
  • dalle disposizioni di cui al D.Lgs. 6 settembre 2005, n. 206 (“Codice del Consumo”), in quanto compatibili;
  • sino alla sua abrogazione, ed in quanto applicabili, dalle disposizioni di cui alla la L. n. 1084/1977 di ratifica ed esecuzione della Convenzione internazionale relativa al contratto di viaggio (CCV) firmata a Bruxelles il 23.04.1970;
  • dalle disposizioni del codice civile in materia di trasporto e mandato, in quanto applicabili.
    Le disposizioni di cui al Titolo VI, Capo I del D.Lgs. n. 79/2011 non si applicano a:
  1. a) pacchetti e servizi turistici collegati la cui durata sia inferiore alle 24 ore, salvo che sia incluso un pernottamento;
  2. b) pacchetti e servizi turistici collegati acquistati nell’ambito di un accordo generale per l’organizzazione di viaggi di natura professionale concluso tra un professionista e un’altra persona fisica o giuridica che agisce nell’ambito della propria attività commerciale, imprenditoriale, artigianale o professionale.

DEFINIZIONE “pacchetto turistico”
Ai sensi dell’Articolo 33, D.Lgs. n. 79/2011, il pacchetto turistico è costituito dalla combinazione di almeno due tipi diversi di servizi turistici – ai fini dello stesso viaggio o della stessa vacanza

LA PRENOTAZIONE
Il viaggiatore, previo preavviso dato su un supporto durevole entro e non oltre sette giorni prima dell’inizio del pacchetto a  WILD in the DOLOMITI in agenzia o tramite e-mail. L’accettazione della prenotazione sarà ritenuta valida solo se alla conferma farà immediatamente seguito un acconto pari al 30% del costo totale. Il saldo dovrà pervenire entro e non oltre i 15 giorni precedenti alla partenza.  Per prenotazioni effettuate entro 14 giorni dalla data della partenza, il saldo dovrà essere effettuato contestulamente alla prenotazione.
Nel caso in cui l’acconto o il saldo non pervengano entro il termine convenuto, sarà facoltà di WILD in the DOLOMITI annullare eventualmente la prenotazione. Tutti i prezzi sono comprensivi di percentuali di servizio ed IVA. Nel caso di aumenti delle stesse, le quote saranno adeguate alle variazioni.

MODIFICHE RICHIESTE DAL CLIENTE
Le modifiche a prenotazioni già accettate obbligano l’Organizzatore soltanto nel limite in cui possono essere soddisfatte. In ogni caso la richiesta di modifica comporta l’addebito al Cliente delle maggiori spese sostenute. La riduzione di un numero considerevole di partecipanti all’interno di un gruppo sarà considerata annullamento parziale, ed è soggetta alle penali indicate all’art. Recesso

MODIFICHE RICHIESTE DAL CLIENTE DOPO IL SUO ARRIVO IN HOTEL
La partenza anticipata rispetto alla data di partenza concordata comporta l’addebito della quota dell’intero soggiorno.

MODIFICHE DOPO LA PARTENZA
L’organizzatore, qualora dopo la partenza non possa fornire una parte essenziale dei servizi contemplati in contratto, predisporrà soluzioni alternative, senza supplementi di prezzo, oppure, qualora le prestazioni fornite siano di valore inferiore rispetto a quelle previste, rimborserà al Cliente la differenza.

OBBLIGHI DEI PARTECIPANTI
I partecipanti dovranno essere muniti di passaporto individuale o di altro documento valido per tutti i paesi toccati dall’itinerario nonché dei visti di soggiorno e di transito e dei certificati sanitari che fossero eventualmente richiesti. Essi dovranno attenersi all’osservanza delle regole di normale prudenza e diligenza ed a tutte le informazioni forniteli dall’Organizzatore, nonché ai regolamenti ed alle disposizioni amministrative o legislative relative al pacchetto turistico. I partecipanti saranno chiamati a rispondere dei danni causati dalla inosservanza alle suddette obbligazioni. Il Cliente è tenuto a fornire all’Organizzatore tutti i documenti, informazioni ed elementi in suo possesso utili per l’esercizio del diritto di surroga nei confronti dei terzi responsabili del danno ed è responsabile verso l’Organizzatore del pregiudizio arrecato al diritto di surroga.

RECESSO
Il viaggiatore può recedere dal contratto in ogni momento prima dell’inizio del pacchetto turistico dietro il rimborso all’organizzatore delle spese sostenute.
Il contratto di pacchetto turistico può prevedere spese standard per il recesso, calcolate in base al momento di recesso dal contratto.

30% della quota di partecipazione per ritiro fino a 30 giorni dalla data di partenza;
50% della quota di partecipazione per ritiro fino a 20 giorni dalla data di partenza;
75% della quota di partecipazione per ritiro fino a 10 giorni dalla data di partenza;
Nessun rimborso è previsto dopo tale termine.

In caso di circostanze inevitabili e straordinarie (terremoti, catastrofi naturali, atti di terrorismo, pandemie) verificatesi nel luogo di destinazione o nelle sue immediate vicinanze e che hanno un’incidenza sostanziale sull’esecuzione del pacchetto o sul trasporto di passeggeri verso la destinazione, il viaggiatore ha diritto di recedere dal contratto, prima dell’inizio del pacchetto, senza corrispondere spese di recesso, ed al rimborso integrale dei pagamenti effettuati, ma non ha diritto ad un ulteriore risarcimento.

In caso di acquisto di escursioni giornaliere, qualora la stessa non fosse usufruita, non sarà effettuato alcun rimborso.

SOSTITUZIONI E CAMBIO PRATICA
Il cliente rinunciatario può farsi sostituire da altra persona sempre che:
a) l’organizzatore ne sia informato per iscritto almeno 7 giorni lavorativi prima della data fissata per la partenza, ricevendo contestualmente comunicazione circa le generalità del cessionario; b) il sostituto soddisfi tutte le condizioni per la fruizione del servizio (art. 39 Cod. Tur.) ed in particolare i requisiti relativi al passaporto, ai visti, ai certificati sanitari; c) il soggetto subentrante rimborsi all’organizzatore tutte le spese sostenute per procedere alla sostituzione nella misura di € 50. Il cedente ed il cessionario sono inoltre solidalmente responsabili per il pagamento del saldo del prezzo nonché degli importi di cui alla lettera c) del presente articolo. In relazione ad alcune tipologie di servizi, può verificarsi che un terzo fornitore di servizi non accetti la modifica del nominativo del cessionario, anche se effettuata entro il termine di cui al precedente punto a). L’organizzatore non sarà pertanto responsabile dell’eventuale mancata accettazione della modifica da parte dei terzi fornitori di servizi. Tale mancata accettazione sarà tempestivamente comunicata dall’organizzatore alle parti interessate prima della partenza. Il cliente può inoltre richiedere lo spostamento su altra vacanza o su altra data, purché comunicato all’organizzazione almeno 4 settimane prima della vacanza originariamente prenotata e contro pagamento di una quota spese cambio pratica di € 50 a persona.

RECLAMI E DENUNCE
Ogni mancanza nell’esecuzione del contratto deve essere contestata dal consumatore senza ritardo affinché l’organizzatore, il suo rappresentante locale o l’accompagnatore vi pongano tempestivamente rimedio. Il consumatore dovrà, a pena di decadenza, sporgere reclamo mediante l’invio di una raccomandata con avviso di ricevimento, all’organizzatore o al venditore, entro e non oltre 10 giorni lavorativi dalla data del rientro presso la località di partenza.

REGIME DI RESPONSABILITÀ
L’organizzatore risponde dei danni arrecati al turista a motivo dell’inadempimento totale o parziale delle prestazioni contrattualmente dovute, sia che le stesse vengano effettuate da lui personalmente che da terzi fornitori dei servizi, a meno che non provi che l’evento è derivato da fatto del turista (ivi comprese iniziative autonomamente assunte da quest’ultimo nel corso dell’esecuzione dei servizi turistici) o dal fatto di un terzo a carattere imprevedibile o inevitabile, da circostanze estranee alla fornitura delle prestazioni previste in contratto, da caso fortuito, da forza maggiore, ovvero da circostanze che lo stesso organizzatore non poteva, secondo la diligenza professionale, ragionevolmente prevedere o risolvere.

OBBLIGO DI ASSISTENZA
L’organizzatore è tenuto a prestare le misure di assistenza al turista secondo il criterio d diligenza professionale con esclusivo riferimento agli obblighi a proprio carico per disposizione di legge o di contratto. L’organizzatore e l’intermediario sono esonerati dalle rispettive responsabilità (artt. 15 e 16 delle presenti Condizioni Generali), quando la mancata od inesatta esecuzione del contratto è imputabile al turista o è dipesa dal fatto di un terzo a carattere imprevedibile o inevitabile, ovvero è stata causata da un caso fortuito o di forza maggiore.

ASSICURAZIONE
A garanzia dell’esatto svolgimento della attività come stabilito dalla L.R. 33/2002, WILD in the DOLOMITI ha stipulato apposita Polizza Assicurativa R.C. Professionale n. 166603804 della compagnia UNIPOLSAI di Roma.

FONDO DI GARANZIA
WILD in the DOLOMITI è iscritta al Fondo di Garanzia Viaggi S.r.l. (www.garanziaviaggi.it) con sede in Roma via Nazionale 60 – Certificato n. A/116.2439/2/2019 ai fini di quanto disposto dagli artt. 47 comma 3 e 49, D.Lgs. 79/2011 e ss. mm.

COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE
Ai sensi di quanto previsto dall’Articolo 67, comma 2, D.Lgs. n. 79/2011, resta salva la facoltà del turista di ricorrere a procedure di negoziazione volontaria o paritetica od alla procedura di conciliazione dinnanzi alle commissioni arbitrali o conciliative per la risoluzione delle controversie tra imprese e consumatori ed utenti inerenti la fornitura di servizi turistici, istituite a termini dell’art. 2, comma 4, lettera a) della L. n. 580/1993.
Nella procedura di conciliazione i turisti hanno facoltà di avvalersi delle associazioni dei consumatori. Tale procedura di conciliazione è disciplinata dagli articoli 140 e 141 del D.Lgs. n. 206/2005.

DIRITTO APPLICABILE E FORO COMPETENTE
Alle presenti Condizioni Generali si applica la Legge italiana, salvo quanto previsto dalle norme imperative a tutela del viaggiatore e del consumatore.
Nel caso in cui sorgesse controversia fra le parti, il Foro competente sarà quello di residenza del consumatore, se in Italia; diversamente, sarà esclusivamente competente il FORO COMPETENTE DI BELLUNO
Gli itinerari potranno subire variazioni dovute a ragioni tecnico operative non prevedibili all’atto della programmazione. Alcune visite potrebbero essere invertite o cancellate, si cercherà, per quanto possibile, di mantenere invariati i programmi e servizi previsti.
Per motivi tecnici ed organizzativi alcuni viaggi potranno subire un cambio data.

COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA
Ai sensi dell’art.16 della legge 269 del 03-08-1998 “la legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione ed alla pornografia”